Pianista e Compositore.

Alessandro Francesio, nato a Milano, si è diplomato in pianoforte presso il Conservatorio di Musica "Guido Cantelli" di Novara. Parallelamente agli studi accademici ha frequentato corsi di musica afroamericana e ha rivolto una particolare attenzione all'universo musicale contemporaneo del pianoforte-solo: con questa formula ha ottenuto un attestato di merito all'International Music Tournament.
La sua poliedrica personalità musicale gli consente di spaziare con assoluta disinvoltura tra generi diversi, accostando brani dall'essenza più introspettiva a composizioni di evidente e contagiosa vivacità.
Si dedica attivamente alla composizione sia in ambito colto che extracolto, sempre alla ricerca di un linguaggio emozionale permeato da una raffinata cantabilità e costruito su personali elaborazioni armoniche in alcuni momenti vicine alla dissoluzione dei nessi tonali: un percorso narrativo difficilmente incline alle "etichette".
Nel 2003 ha preso parte ad una trasmissione televisiva per la TSI (Radiotelevisione Svizzera di Lingua Italiana) dedicata alla cinematografia storica italiana e condotta dal critico Claudio G. Fava.
Ha suonato nell'ambito di eventi organizzati da importanti realtà nazionali ed internazionali, tra cui Bracco S.p.A., Japan Travel Bureau Italy, Rolo Banca, Camera di Commercio italo-germanica, Merrill Lynch Capital, Pioneer Investment Management Sgrpa, Roberto Cavalli, Blue Note.
Questo, sintetizzandolo, il tratto stilistico multiforme di Alessandro Francesio, un profilo artistico refrattario alla divisione tra le varie "scuole", rivolto a concepire l’organizzazione dello spazio sonoro come una dosata interazione tra scrittura e improvvisazione; ricercatore perpetuo, dotato di un’ampia sintassi, a suo agio sia in solitudine che in organici più complessi, ama considerare il pianoforte come lente d’ingrandimento per tutto l’universo musicale meritevole di essere esplorato.